giovedì 13 settembre 2012

Polpette di Salmone profumate all'aneto con Mayò wasabi ed erbe.



 
Buongiorno a tutti, vi scrivo proprio sotto la Tour Eiffel... seee.. magari, ho una mia fotografia 90x130 proprio sul muro attaccato al tavolo. Mi piace molto, specie quando si è un po' addormentati alla colazione, quell'attimo che si tiene la tazza in mano, che ci si è alzati ma non si è svegli, ebeti in pigiama. Mi volto di là e guardo ai piedi della Tour, le macchine, i lampioni, le file per salire, l'acqua e la giostra sulla destra (Vista da Trocadero) i grattacieli sullo sfondo, gli alberi... Come sto bene quando sono li. Pensate che riesco ad usare più facilmente quei mezzi che quelli di Milano.

In settimana volevo mettere la ricetta di un peperone ripieno, ma ho desistito, non avevo tutti gli ingredienti e non mi è infatti venuto come dicevo io, lo rifarò più avanti, se li troverò ancora.
Per adesso polpette! Mia moglie ne aveva viste in Tv e mi aveva chiesto se le sapevo fare. Io le ho detto che non c'era problema, che si sarebbero fatte, che ci voleva?

Questo:

480g salmone cotto al vapore, (3 tranci di filetto, che non sono tranci normali, è il filetto, tagliato in pezzi di circa 4cm di lato)
150g. patate al vapore o bollite,
3 fette di pane a cassetta (60g. senza la crosta se spessa, oppure lo stesso peso di pane raffermo magari inumidito con acqua o latte, che potrete anche inserire dopo per variare la consistenza)
1 uovo
una manciata di aneto,
pepe,
mezzo spicchio d'aglio se vi garba,
sale.
Pangrattato.

Per questa preparazione utilizzo il mixer, per consentire all'impasto si essere ben omogeneo e di non trovare dopo rametti di aneto o pezzi di pane.
Noterete che, uovo a parte, gli ingredienti sono cotti, quindi non è necessario cuocerle un ora pensando se al centro siano o meno crudine, state tranquillissimi.

Se non avete ancora cotto il salmone, prendete i vostri  pezzi, e sulla pelle mettete poco olio, per non farli aderire alla vaporiera, metteteli dentro in questa, e cuoceteli per 10-15 minuti da che bolle l'acqua. Dopodichè, magari aiutandovi con un cucchiaio tirate fuori i pezzi e separate la polpa dagli scarti, pescate anche le lische, che sono a metà della parte più spessa. Se passate il dito dalla parte più corta all'altra, li sentirete. Non avrete nessuna difficoltà a toglierle.
Se volete, potete anche farlo al forno. 180° 20-25 minuti.

Cuocete anche le patate se non lo avete fatto, a vapore, bollite, come vi pare e comunque fino a che la lama di un coltello infilata al centro della patata più grossa non la trapassi senza far resistenza.

a questo punto siamo pronti;

Nel mixer mettiamo il salmone, le patate, e tutti gli altri ingredienti, il pane spezzettato, l'aneto sciacquato, l'uovo sgusciato naturalmente, abbondante pepe e sale. Azioniamo fino a che non otteniamo un composto omogeneo che andremo ad assaggiare nel caso ci voglia ancora sale.
Tiriamolo fuori e poniamolo in un contenitore di plastica.
Aiutandoci con un cucchiaio formiamo le polpette. Con queste quantità circa 20 grandi come un uovo. Passiamole una ad una nel pangrattato e deponiamole su di un piatto. Al termine, mettiamo il tutto in frigo, ben coperto fino al momento della cottura.

Mettiamo non troppo olio in un ampia padella e scaldiamolo bene. quando sarà in temperatura, andremo ad inserire le nostre polpette e le fremo andare fino a doratura, poi rigirandole per fare l'altro lato.

Bene, siamo arrivati alla fine, ne avete già assaggiata una? no? fatelo e ditemi come sono.



Per la salsa, se volete farla, è molto buona:
 
un tuorlo,
mezzo limone,
mezzo bicchiere di olio di semi,
un paio di cucchiai di aceto di mele,
sale, pepe
 
yogurt greco 3 cucchiai circa,
erba cipollina tritata,
prezzemolo tritato.
pasta di wasabi o wasabi in polvere.
 
Preparate la maionese con i primi7 ingredienti: tuorlo a temperatura ambiente, olio a filo con il frullino elettrico, una spruzzatina di limone ogni tanto. quando l'olio sarà terminato, mettete l'aceto e la maionese (senza sale) sarà pronta.
 
Inserite nella maionese 2/3 del suo volume di Yogurt greco. Io ne ho utilizzato uno al 10% di grassi, ma potete utilizzare quello a 0%.
Ora il Wasabi, se lo avete in pasta, tiratene fuori un paio di centimetri dal tubetto, inseritelo sul bordo del contenitore e schiacciatelo con il dorso di un cucchiaio per poi mescolarlo bene. Assaggiate com'è, si deve sentire il suo sapore e la sua piccantezza, andate avanti aggiungendone fino a che ve ne garberà il sapore. A questo punto, regolate di sale e di pepe.
Tritate finemente erba cipollina e prezzemolo, un cucchiaio di ebtrambe, se dovete eccedere fatelo con l'erba cipollina. Inserite nella salsa e sarà pronta.
Se avete il wasabi in polvere, aggiungetene un poco allo yogurt e inseritelo poco alla volta per evitare di inserirne troppo.
 
Vi assicuro che è una salsa molto buona, vi ricorderà comunque la Tzatziki, pur non avendo cetriolo e aglio. Vi auguro una buona serata! A presto, spero.
 
 
 
 
 

28 commenti:

  1. Complimenti, hanno un ottimo aspetto, saranno buonissime; e la salsa, mmmm mi garba troppo...
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La salsa è davvero buona, te la consiglio caldamente, anzi, freddamente :D

      Elimina
  2. Una delizia, una delizia! E un'idea da rubare, da presentare!

    RispondiElimina
  3. È proprio una bella ricetta questa complimenti

    RispondiElimina
  4. Parigi! Che nostalgia...
    Buone queste polpette e di certo ti copierò la salsa!
    A presto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici... Non sono mai stato a Londra e ci vorrei andare, ma ogni volta penso... eh, se vado a Londra.. non vado a Parigi...

      Elimina
  5. Buonissime queste polpette, Francesco, sei stato proprio bravo e mi piace tantissimo anche la salsa di accompagnamento! Salvo subito la ricetta, complimenti :) Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se non fai le polpette, fai la salsa che è davvero buona, fresca...

      Elimina
  6. Che buone queste polpettine! :)
    La mayo (ok, io baro, uso quella comprata) e il wasabi li metto spesso insieme quando faccio gli onigiri al salmone (o tonno) o anche il salmone alla piastra. Ci sta benissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatta in casa è molto buona, non posso non consigliartela. Il Wasabi mi piace, è un ingrediente molto divertente da usare e non così facile, ha una piccantezza particolare diversa da quella di peperoncino e pepe.

      Elimina
  7. Ciao Francesco,grazie della visita,è un piacere conoscere te e il tuo blog!Anche a me capita di sognare ad occhi aperti e in questo momento sono a Parigi,gustando magari queste polpette stuzzicanti!!Ottima anche la salsa,credo ci stia benissimo!!
    Un abbraccio e alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, allora ci sono anche io, da Starbucks, a scroccare il wi-fi. E' stato un piacere farti visita.

      Elimina
  8. Con queste polpette mi hai conquistata!
    Credo che siano irrinunciabili e che dopo una va via l'altra... no, guarda, che di polpette me ne intendo, magari più a mangiarle che a farle.
    Al salmone mi mancavano, ma ci metto rimedio subito. con questo non vglio dire che vengo a Parigi, rimango a Milano e me le faccio qui!

    ciao!

    grazie di essere passato dalla "curcuma", adesso ti seguo anche io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita! Sei una polpettara allora! Ecco, a me manca chi mangia ogni tanto, noi siamo sempre a dieta e come si fa a pubblicare qualcosa di goloso, magari dolci quando si è a dieta...
      Tranquilla, come scrivevo sono anche io a Milano, bè Milano, facciamo Lainate.

      Elimina
  9. ciao Francesco, è un piacere conoscere il tuo blog, ci sono tante idee sfiziose e anche alternative che mai avrei immaginato! complimenti davvero, e grazie per aver partecipato al mio gioco. In bocca al lupo. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ma io ti conosco dal forum di Alf, nel quale scrivo pochissimo, forse una volta ogni 3-4 mesi, ma sono iscritto dal 2001!! E' un gioco semplice e divertente, E' impossibile non parteciparvi, ma come premio dovevi mettere i fagioli! Coi tempi che corrono... Ciao!

      Elimina
  10. Ciao Francesco...ma quanto è fortunata tua moglie? Buonissime queste polpette, la salsa deve essere delicata e gustosa...le proverò!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dai punti di vista :), un bacio anche a te, torna a trovarci!

      Elimina
  11. Questa ricetta mi piace mi piace mi piace, sfiziosissima! Le preparerò pensando a Parigi... :-)
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi passa e dimmi com'è, che mi piace sapere. Buona serata e settimana anche a te!

      Elimina
  12. Ma che polpette deliziose!!!!

    RispondiElimina
  13. Mi garba tutto, aglio compreso ma..l'aneto dove lo trovo???
    Grazie della visita graditissima e complimenti per il blog molto interessante e pieno di spunti e ricette tutte da provare!!!

    RispondiElimina