sabato 20 ottobre 2012

Funghi #3 Tagliatelle con le Russole

Siete mai andati a funghi? io da piccolo con mio padre sempre; bè con lui funghi, rane, lumache...
Però c'erano sempre chilometri da fare; magari non tantissimi, ma comunque strada!
Anche mio suocero, che chiaramente ho conosciuto più tardi va volentieri a funghi e ne conosce.
Così ogni tanto me ne mostra e imparo qualcosa, perchè mio padre più che porcini e chiodini non prende. Così, direttamente nel bosco mi ha parlato delle russole, questi funghi grigi sopra e dalle lamelle bianchissime.
A dire il vero non mi ispiravano più di tanto, ma il caso vuole che un dì che io e mia moglie siamo andati a cercare il latte di riso al Super, nel parcheggio, sotto a delle grandi querce, mia moglie passando ha notato qualcosa di bianco ed è scesa per vedere se erano funghi e ha notato che potevano essere russole. Così siamo scesi ed in effetti sembravano proprio russole, così le abbiamo raccolte e per essere sicuri le abbiamo mostrate a mio suocero che, combinazione vuole le aveva raccolte anche lui quella mattina.
Questo fungo, una volta pulito è meglio farlo trifolato e congelarlo per utilizzarlo poi in tutte le ricette; quindi prima di arrivare quà:


Si passa di qua:

Pulizia dei funghi.
Questi funghi vengono attaccati da dei vermetti che scavano dentro il gambo, quindi, come prima cosa, tagliate il pezzetto di gambo al quale è attaccata la radice e date un occhiata se ci sono amichetti sgradevoli.
Pulite la parte alte della cappella aiutandovi con poca acqua e un pezzo di carta da cucina.
Il fungo ha una conchetta nel mezzo che puo' contenere dello sporco, quindi fate ben attenzione a pulirli bene. Una sciaquata a questi la do sempre, non sono porcini.

Cottura dei funghi

Igredienti:
una trentina di russole o più,
Uno spicchio di aglio schiacciato,
un filo d'olio,
sale, pepe,
due cucchiai di prezzemolo tritato, o meno o anche niente (c'è chi non gradisce)

Tagliate i funghi a pezzetti, o lasciateli grossolani e fateli andare in padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio, sale e pepe. quando hanno terminato la loro acqua (se non ne fanno molta mettetene un pochino e fateli andare ancora un attimo) quando sono quasi pronti mettiamo il prezzemolo e stop.
Quando sono freddi mettiamoli in un sacchetto da freezer per la conservazione. Oppure, potete optare per dei bicchierini di plastica che una volta congelati creeranno questo "cubetto" di funghi meglio dosabile.

Preparazione del piatto in foto.

250g. di tagliatelle fresche,
funghi Russole trifolati precedentemente,
200g. di panna fresca,
sale, pepe, parmigiano
una noce di burro.
Mezza cipolla.

Lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata e intanto, in una padella, appassiamo la cipolla tritata con il burro, inseriamo i funghi scongelati e aggiungiamo la panna. facciamo consumare e regoliamo di sale e pepe.
In questo bel sugo facciamo saltare le tagliatelle e serviamole con una bella spolverata di parmigiano.
Vi garba?

8 commenti:

  1. Sinceramente non conosco questo tipo di fungo e tra l'altro non sono neanche capace di riconoscerli però in compenso mi piacciono tantissimo!!
    Nonostante l'orario, assaggerei molto volentieri un piattino delle tue tagliatelle!!!
    Ti faccio i complimenti e ti auguro una buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, buona domenica anche a te, anche se in ritardo, ma infondo anche oggi è Domenica :-)

      Elimina
  2. Non conosco questi funghi ma il piatto è una meraviglia!!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  3. ne vengono un bel po' dove abita mia madre, devo dire che sono deliziose, un po' noiose da pulire ma come tutti i funghi....e se le trovi piccine non hanno la conca^_^ belpiattino!

    RispondiElimina
  4. Mai andata a far funghi e per questo non li conosco proprio però li adoro...hanno un gusto stupendo...ti rubo la tua ricetta :-) grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passata! Ruba pure!

      Elimina