Visualizzazione post con etichetta alghe nori. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta alghe nori. Mostra tutti i post

venerdì 4 settembre 2009

Orzotto di zucca, mantecato con la crescenza e alga Nori


Forse un piatto così dovrei chiamarlo, Gualtiero in Giappone, per il tipo di impiattamento che ho scelto, ma mi scappa da ridere.
Eppure devo dire che l'alga nori messa qui male non sta, anzi, il calore dell'orzo fa crescere i profumi dell'alga, che è davvero particolare e non si sposa affatto male con la zucca. Ad addolcire tutto c'è la crescenza, che dovevo usare in un altro piatto domani, ma ahimè, si può ricomprare!

Ingredienti:
Un bel pezzo di zucca, quella piccola, verde scuro, che sembra abbia poca polpa, ma un prezzo ridicolo, un gusto meraviglioso, e il fatto che si scioglie bene nelle preparazioni.
un pugno d'orzo perlato a persona,
brodo vegetale bollente salato.
uno scalogno a persona, di quelli piccini. (o cipolla)
un cucchiaio di crescenza a persona,
una grattata generosa di parmigiano,
un quadrato di alga nori per ogni piatto.
una noce di burro.

facciamo appassire lo scalogno tritato finemente con il burro, quindi inseriamo l'orzo e tostiamolo bene alzando un po' la fiamma. Inseriamo poi la zucca grattuggiata finissima (non lesiniamo!)
quindi abbondante brodo. Badiamo ogni tanto che non si attacchi e portiamolo a cottura facendogli assorbire beneil brodo. Non abbiate paura, l'orzo è un po' più coriaceo del riso e reggerà meglio; potete anche mangiarlo poco più croccante.

Quindi fuori dal fuoco mantechiamo con parmigiano e crescenza. lasciamo riposare qualche minuto e impiattiamo con un quadrato di alga nori al centro.
buon appetito.