mercoledì 17 ottobre 2012

Le ultime pesche in polvere

Le pesche sono andate, è arrivato il freddo infondo no? Le ultime, che mi sono state regalate non erano un granchè per mia moglie, a me piaccono molto ma non le posso mangiare, sono allergico.
Ma visto che di barattoli vuoti ne avevo, sono finite in confettura; da regalare per Natale o da tenere da mettere in una crostata o fette biscottate. Le bucce erano molto profumate ma da buttare... o no?
che ci si poteva fare?


La ricetta è semplice ma lunga solo nel tempo. Prendete le vostre belle bucce di pesca a disidratatele nel forno a 60° per le ore necessarie che ci vogliono a renderle croccanti.
Sparpagliatele bene su di una placca rivestita di carta da forno (che tra l'altro potrete riutilizzare per un altro dolce) ogni tanto date un occhiata e magari rigiratele.
Quando sono tutte ben secche mettiamole nel mortatio (secondo me nel mixer ne perdete una piccola parte attaccandosi alle pareti; il mortaio poi consuma meno elettricità... anzi, se volete usare il sole per seccare le bucce o il termosifone, visto che va... tutta salute.
Una volta polverizzate mettetele in un vasetto e chiudetelo pensando a dove finirà questa preparazione... magari con delle foglie di tè nero per un caldo e profumato tè autunnale che ricordi l'estate, per insaporire una frolla da utilizzare magari con la stessa confettura di pesche o chissà...
Spero vi piaccia, alla prossima!

16 commenti:

  1. Grandissima questa idea! mi piace il tuo blog!
    a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie monica, gentilissima! A presto! :-)

      Elimina
  2. io faccio cosi con i limoni e le arance,visto che ci sono ancora pesche proverò anche questa idea...buona giornata:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne troverò di buone di arqnce e limoni io proverò a candirle! Buonagiornata!

      Elimina
  3. a saperlo prima....peccato !!! bellissima soluzione. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, l'ho fatto con le ultime, mi spiace, se ne faccio ancora l'anno prossimo mi conservo le bucce in freezer.

      Elimina
  4. Ma che bella idea... ormai secco di tutto ma alle bucce di pesca non avevo pensato, anche perché io son fetecchiona e se le faccio a marmellata la buccia la lascio. Prossima volta farò così, almeno si fa fatica (a sbucciare) per qualcosa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci penso sempre quando ho un frutto solo, potrei seccar la buccia o metterlo in freezer e aspettarne altri, ma dovrei avere un freezer enorme, ora é già pieno di funghi! L'occasione viene quando ho della frutta non troppo saporita, o la lascio marcire o prendo l'occasine e confetturizzo.

      Elimina
  5. Ma quanto sei fantasioso!!!
    Hai avuto proprio una bella idea!!!
    Bravissimo!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  6. Questo è un fantastico uso delle bucce! Grazie per aver condiviso. Baci, Sandra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passata, in effetti le bucce erano proprio profumate, ma le pesche in se non erano granché :-) ciao!

      Elimina
  7. Mi ispira, mi ispira proprio... :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che d'ora in avavti seccherò piu roba, specie ora che facendo piu freddo accenderò i termosifoni, ma forse mi ammazza mia moglie in questa maniera...

      Elimina
  8. Per curiosità sono venuta a visitare il tuo blog...complimenti è proprio originale

    RispondiElimina
  9. Splendida ricetta. Davvero. Ti seguo anche io.

    RispondiElimina