sabato 28 luglio 2012

Crostata al cioccolato e marmellata di arance amare Rigoni

Sto facendo troppe crostate? La mia pancia dice no, il mio cervello, la bilancia e il guardaroba dicono si... ma io non li ascolto oggi. :-)
Del resto avevo ancora 3 prodotti Rigoni da terminare e su questo prodotto dal gusto abbastanza particolare e complesso dovevo fare qualcosa di semplice; e io Amo, fare la frolla...

In questo caso parliamo di una frolla classica, ma con un decimo del peso della farina di cacao. Mi piace l'arancia amara col cioccolato. Comunque l'ho resa un pochino più particolare usando delle cose che mi erano rimaste. Su allora, andiamo a vedere com'è e che c'è dentro...


Ora l'avete vista, vediamo quindi come si fa....

Per la frolla al cacao e gocce di cioccolato:
300g. di farina 00
150g. di zucchero
140g. di burro
1 uovo
1 pizzico di bicarbonato
1 pizzico di sale
una manciata di gocce di cioccolato

Ripieno:
Un vasetto di Fiordifrutta arance amare di Rigoni di Asiago

Plus:
Un cucchiaio di gocce di cioccolato,
un cucchiaio di granella di pistacchi.

Sulla spianatoia versiamo la farina a fontana, il bicarbonato e il sale, al centro il burro freddo di frigorifero tagliato a tocchetti. Con la punta della dita lavorate il burro infarinandolo e schiacciandolo con molta pazienza, fino a creare un bel composto di bricioline. aggiungiamo lo zucchero, mescoliamolo bene, inseriamo le gocce di cioccolato distribuendole bene e infine l'uovo battuto. Formiamo la pasta e appena prende forma avvolgiamola nella pellicola trasparente, appiattiamola un po' con il palmo della mano e mettiamola in frigo a raffreddare almeno un ora, ma anche di più, non fatevi problemi, anzi, d'estate potete lasciarcela quanto volete.

Quando la pasta è pronta dividetela in 2, una parte dovrà essere leggermente più grande, ma non di molto e sarà quella che andremo ad utilizzare subito. l'altra la riponiamo come prima nel frigo in attesa.

Prendiamo la nostra pasta ed appiattiamola sulla spianatoia coperta con un foglio di carta da forno. Se volete una leggera spolverata di farina potete darla. La pasta dovrà essere un paio di centimetri più larga del diametro della tortiera.
Andiamo a porre la base della tortiera contro la pasta e con il coltello andiamo a tagliare il nostro disco.
Potreste, come me utilizzare uno stampo a cerniera, così da poter utilizzare in questa fase solo il fondo e ribaltare il tutto lasciando il fondo li dove sta e mettere attorno la cerniere.
con lo scarto che avrete tagliato reimpastato un attimo, e la carta da forno recuperata, fate una fettuccia di frolla lunga come tutto il perimetro dell'anello dello stampo e alta un paio di centimetri massimo.
andiamo a porre questa fettuccia sulla parte interna dell'anello a contatto con il disco di frolla precedentemente inserito. In questo modo, la forma sarà perfetta e non avremo parti più alte e più basse.

Su questa base di frolla ora, mettiamo la nostra confettura livellandola bene e passiamo alla copertura; intanto questo stampo lo mettiamo in frigo a raffreddare un attimo.

Tiriamo fuori l'altra palla di pasta e stendiamola sottile, un paio di millimetri di spessore.
con questa pasta, faremo delle fettucce da porre sulla superficie. rendendola però tutta coperta.
La Marmellata di arance amare è ottima, ma se troppa, può essere invadente, quindi la copertura sarà consistente come il fondo, di modo che così facendo il gusto sarà più equilibrato.
Tagliare le fettucce con la rotellina dentellata non sarebbe possibile, poichè le gocce di cioccolato all'interno dell'impasto creerebbero un problema incastrandosi e spaccando la pasta.
Quindi la prima cosa da fare sarà porla in freezer stesa per dieci minuti per poter far si con quando andremo a prenderla con le mani non si spezzi e sia più facile da applicare.

Quando la pasta è soda, andremo a ricavare delle striscioline con il coltello e andremo a coprire tutta la superficie del dolce. (Un dì, mi metterò a preparare un beldisegno o fotografie sulla tecnica per intersecare facilmente le fettucce delle superfici delle crostate)
mettiamolo in frigo a riposare così com'è e intanto facciamo andare il forno in temperatura: 180°

Cuociamo per 35 minuti, sforniamo e lasciamo raffreddare 10 minuti, togliamo il disco e poniamo la torta su un piatto o alzatina (quanto ne vorrei una! Appena trovo lavoro.. ne compro 10!!!)
passati un altri 5-10 minuti spolverizziamo con dello zucchero a velo, la granella di pistacchi e le gocce di cioccolato. Se l'avete anche dei cubetti di arancia candita non sarebbero una cattiva idea.

Vi garba?









20 commenti:

  1. Non preoccuparti anche io sono in vena di dolci in questo periodo......sto preparando una cheese cake con la stessa fiordifrutta!!!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo le cheesecake, sia cotta che a freddo!

      Elimina
  2. Anch'io facciospesso un dolce simile, la torta a spizzichi ed è buonissima!
    Marmellata e nutella sono il connubio perfetto!!!
    Buon we.

    RispondiElimina
  3. Buonissima, secondo me le crostate non sono mai troppe eheheheh ;) L'abbinamento cioccolato-arance mi piace tantissimo, complimenti :) Buon week end :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna c'é qualcuno che la pensa così!!

      Elimina
  4. Davvero splendida e goduriosa la tua crostata!!
    Complimenti e buon fine settimana Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ERA! a mia moglie é piaciuta molto, alla fine é andata dalla sera alla mattina! :-) buon W E anche a te!

      Elimina
  5. complimenti per la crostata e per il blog ^_^grazie per essere passato...buone vacanze:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, figurati, é un piacere passare tra i blog, altrimenti come ci si ispira :-) ?

      Elimina
  6. Okay, cuoco, non ti sparo... ma solo se mi offri subito una fetta di questa meravigliosa crostata!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne metto subito da parte una bella fettazza!

      Elimina
  7. non ho mai provato la frolla con le gocce di cioccolato, non amo particolarmente le arance amare ma si può pensare ad un altro abbinamento:)
    PS grazie della visita, mi sono unita ai tuoi lettori, quando vuoi torna a trovarmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un altra ricetta, la tarte amandine aux poires ho usato una brisee pralinee, non avevo mai pensato prima al fatto che nella frolla si possono inserire altre cose per arricchirla, come gocce di cioccolato, cubetti di canditi... Uvette. Tonerò di certo!

      Elimina
  8. anche io amo "FROLLARE" e qusta deve essere davvero super!!!! complimeti:-)

    RispondiElimina
  9. Il connubio arance amare e cacao è delizioso. Poi l'aggiunta dei pistacchi la trovo davvero azzeccata. Amo molto i dolci di pasta frolla, ma spesso, a seconda degli abbinamenti risultano un po' "stucchevoli" al palato. Il cacao rende meno incisivo il sapore del burro, l'aspro e l'amaro delle arance bilanciano perfettamente il sapore della frolla e poi i pistacchi un leggermente sapidi di natura aggiungono un contrasto finale che trovo perfetto. Complimenti davvero. Questa torta la voglio senz'altro realizzare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow che descrizione! Se la provi torna a dirmi cosa ne pensi :-) ciao!

      Elimina
  10. Che deliziosa e bellissima... mi accontento di assaggiarla con gli occhi...

    RispondiElimina
  11. Anche a me piacciono un sacco le crostate...
    e la tua è stragolosa!!
    Salutissimi!!

    RispondiElimina