giovedì 10 febbraio 2011

Pere Martin sec tatin al miele a Nanna.

Dopo aver fatto le mele annurche tatin, mi sono trovato davanti queste belle perine, che non vedo spesso in giro. Così, ho pensato: "E con le pere?" Però dovevo differenziare la cosa, non si possono fare due dolci uguali, la pera dopotutto, richiama ingredienti differenti rispetto alla mela o ad altri frutti.
E se invece del caramello usassi il miele? Così sono nate le martin sec a nanna, con la camomilla, che se non vi aggrada, potete sostituire con la vaniglia, o virare su altre cose.


Pere tatin al miele
4 pere martin sec.
150g. di miele d'acacia

Portate il forno statico a 180°, quando è in temperatura pelate le pere lasciando il picciolo e lasciandole intere.
Mettetele nei pirottini di alluminio e copritele con un cucchiaio di miele (35g.)
Coprite la perina con un dischetto di carta da forno bagnata e bucata per lasciar passare il picciolo. (per non far seccare la parte alta)
mettete nel forno per un ora e mezza.
quindi lasciatele riposare nel liquido anche una notte, ma comunque più tempo possibile.

Crema inglese alla camomilla

250ml. di latte fresco intero
100g. di zucchero
4 tuorli
due bustine di camomilla
Portare il latte ad ebollizione e mettere in infusione la camomilla al suo interno,
Sbattere i tuorli con lo zucchero (non farlo prima di bollire il latte), unire il latte bollente a filo mescolando con una frusta.
Porre quindi sul fuoco fino al raggiungimento di 82°C. (per inerzia la temperatura arriverà a 84-85), filtriamo in una boule di vetro.
 
Riduzione di campari:
mezzo bicchiere di campari
2 cucchiai di zucchero.
 
mettete il campari in un pentolino di acciaio con lo zucchero e riducetelo fino a che
non fa tanta schiuma (come il caramello) quindi spegnete e lasciate raffreddare completamente prima dell'utilizzo.
 
cuscino di sfoglia al cacao:
Dato che la pera andava a nanna, ho pensato che un cuscino sarebbe stato utile,
si fa molto semplicemente tagliando un quadrato di pasta sfoglia e spennellandolo con burro, poco cacao e zucchero a velo mescolati. (potete anche omettere il cacao)
 
Montaggio:
Non fatevi spaventare dalla parola montaggio, che potete interpretare come volete;
la mia versione è stata questa:
ponete la crema a specchio sotto la pera, e fate gocciolare attorno la riduzione di campari. quindi ponete vicino il cuscino cosparso di zucchero a velo e un ciuffotto
di panna montata poco zuccherata (il miele la fa già da padrone sulla dolcezza del piatto) e cospargete con un poco di cannella in polvere.
 
Se volete, potete far ridurre il liquido di cottura delle pere,
che è divenuto un ottimo
miele liquido alla pera, fino a farlo divenire una seconda riduzione.
 
Oppure potete osarlo da servire con qualche formaggio,
che non è niente male.
 
Ecco le pere tatin a nanna.
Come sempre spero vi piaccia,
e spero di tornare prima di san valentino con qualche idea carina.
 
Ciao nè.
 

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Dolcissimo dolce per l'imminente San Valentino! Ciao e buon fine settimana
    Fico&Uva

    RispondiElimina
  3. Ben trovato ! Che stimolante complessità questa ricetta con le piccole pere così ben valorizzate ! incantata dalla riduzione campari, da provare assolutamente !!!! ciao ciao e a presto !

    RispondiElimina
  4. Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
    http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
    se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

    RispondiElimina
  5. che bello scoprire
    questo blog molto goloso
    complimenti ti seguiro' con piacere
    buona serata katya

    RispondiElimina
  6. @littledesserts: Contest interessante, ho in serbo un progettino che potrebbe rientrarvi, meno male che la scadenza è molto in là... ciao.

    @Dolci acque: Grazie, sapendo che c'è qualcuno che mi segue magari riesco a scrivere un po' più spesso. Ciao e grazie della visita!

    RispondiElimina